Foto dell'opera Foto dell'opera Foto dell'opera Foto dell'opera Foto dell'opera Foto dell'artista

"Aiutati che il cielo ti aiuta" ovvero fili d'erba esili con il frutto lassù in alto, fisicamente e visibilmente più pesante. Una sfida al vento, all'acqua, alla gravità. La natura porta innumerevoli esempi che affrontano analoghe sfide. Un tubo di rame, sinuosamente piegato, ancorato nella terra per cinquanta centimetri, un baccello semi aperto in plexiglas arancione e marrone specchiato che lascia intravedere un frutto, un seme, anch'esso in metacrilato ambrato, due fili in guaina rossa termorestringente, che riporta alla mente radici d'orchidee. Questo è tutto quello che si vede, questo è il pianeta Terra. "Tuttavia preferisco che lo spettatore veda quello che vuole, è meglio sia per me sia per lui, l'importante credo è che provi una forte sensuale emozione".

There is an Italian saying: "Heaven helps those who help themselves", that is, thin blades of grass and their fruit on the top, with a self-evident physical heaviness. A challenge against wind, water, gravity. Nature bears countless examples of similar challenges. A copper tube, sinuously bent, with a fifty- centimetre root in the earth, an orange and brown half-open pod in plexiglas with a mirror effect half-revealing a fruit, a seed, made up of an amber methacrylate, too, two threads in a heat-shrinking red sheath, calling to mind orchid roots: that's all you can see, that's the Earth planet. "Nevertheless, I prefer the onlooker to see whatever he wants; it is better either for me and for him. I think the important thing is that he feels a strong, sensual emotion".

Home Page Il progetto Artisti Opere dei pianeti Collocazione Opere
REPERTI ARCHEOLOGICI Schede descrittive Foto riproduzioni reperti Collocazione riproduzioni
Localizzazione Totem Pubblicazioni Eventi